VISIONI NOTTURNE

Visioni Notturne è un festival che si sviluppa come un laboratorio di immagini, un atelier di idee. È un forum, una piazza, un luogo d’incontro tra registi indipendenti e produttori internazionali.
Tutti i nostri collaboratori si possono considerare registi in erba e sappiamo quanto sia difficile diffondere e condividere il proprio progetto nel panorama quasi sterminato del cinema indipendente. Riuscire ad emergere ed affermarsi nel nostro mondo digitale è una sfida non sempre semplice.
Il nostro festival raccoglie in pieno queste esigenze e cerca di creare uno spazio di divulgazione artistica il più democratico possibile. Uno spazio appositamente dedicato per i registi alle prime armi.
Visioni Notturne è un nuovo modello di festival, nato dal basso, senza gerarchie; un archivio filmico ed extra-filmico, dedicato a tutti i cinefili e amanti dell’horror.

MISSION

Come festival cinematografico internazionale, sosteniamo il potere e l’impatto del cinema indipendente e dei cineasti. Stimoliamo, alleniamo, finanziamo, distribuiamo e supportiamo i cineasti. Organizzando un festival cerchiamo di creare un palcoscenico per i registi indipendenti per mostrare il loro lavoro a un pubblico ampio e vario.

VISION

Incoraggiamo i registi emergenti e affermati con ogni tipo di background nei loro progetti artistici. Sosteniamo i loro film giorno dopo giorno, presentandoli a professionisti affini e ad un vasto pubblico. Insieme aumentiamo lo spazio creativo per la cittadinanza cinematografica e celebriamo le diverse forme di film.

PERCHè SCEGLIERCI

Visibilità per tutti i partecipanti non soltanto per i vincitori

 

Sala dedicata ad ogni regista affinché entri in contatto con gli spettatori e seguiranno interviste e domande da parte degli spettatori

Il festival verrà visto da numerosi canali streaming, proprietari di canali tv e produttori importanti

STAFF

Andrea Ponzecchi - FONDATORE E DIRETTORE ARTISTICO

Da archivista compulsivo e “cinefilo” sono convinto che il cinema resti ancora uno dei media più influenti ed importanti. I film trasmettono e trasmigrano di popolo in popolo straordinarie esperienze estetiche e culturali. I film sono sempre storie inedite; sono fucine inesauribili di stimoli ed emozioni a portata di tutti. Come tecnico specializzato di restauro cinematografico sono alla continua ricerca di film perduti ma anche di intere filmografie sconosciute, orfane e/o ritrovate. Allo stesso tempo prediligo le storie marchiate dal terrore, abitate di mostri, o all’insegna di tutto ciò che è fantascientifico. Il mio scopo è quello di mettere tutto il materiale che trovo a disposizione di chi nutre le mie stesse passioni. Perché? Forse perché sono divorato da una passione insaziabile che si arricchisce costantemente grazie all’assidua frequentazione di sale cinematografiche semi-deserte e festival internazionali, di letture spasmodiche delle principali riviste specializzate del settore, di frequentazione di set e di scuole di cinema. 

NOEMI ester romani - DIRETTORE TECNICO

Il mio percorso nel cinema ha inizio con la fotografia. Una passione coltivata fin da bambina tanto che, nel 2016, conseguo la laurea in Photography and New Media alla Nottingham Trent University in Nottingham.  La fotografia rappresenta prima di tutto un bisogno privato, un “desiderio di registrare” quello che ci circonda. Devi essere capace di cogliere l’attimo in cui lo spirito, l’essenza, l’anima del soggetto si rivelano. È una continua ricerca di nuovi movimenti, ombre, sensualità. Conseguita la laurea, proseguo i miei studi dedicandomi alla Direzione della Fotografia cinematografica e in questo settore mi arricchisco di diverse esperienze su svariati set, da un lungometraggio ai cortometraggi per affinare la mia tecnica, cercando di regalare, attraverso la luce, all’estetica del film, un carico emotivo nello spettatore. Il Direttore della Fotografia non è un semplice tecnico, uno della troupe, ma è a tutti gli effetti l’occhio della regia: l’alter ego del regista, il suo sguardo sulle cose.  La fotografia che mi appassiona appartiene ad un processo creativo ed interpretativo complesso nel quale è necessario possedere, oltre ad una spiccata sensibilità artistica, anche conoscenze tecniche relative alle attrezzature, agli angoli di ripresa, alle inquadrature, allo studio dei percorsi e dei giochi della luce. Per diventare maestri nello scrivere con la luce occorrono passione, lo studio e buone orecchie, oltre che buoni occhi, perché il saper ascoltare gli altri è fondamentale. Le mie conoscenze, oggi, spaziano dall’esperienza nelle arti figurative alla posizione ed ai movimenti della macchina da ripresa. Sono gli elementi cromatici a richiamare alla nostra mente ricordi ed esperienze vivide, tant’è che  è proprio dall’unione tra due estremi, luce ed ombra che scaturisce il colore, come dall’intreccio di esperienze, positive e negative, si crea l’equilibrio in noi stessi.

Oggi posso affermare che il cinema è il mio lavoro e la mia passione!

CHIARA VOLPONI - social media menager

Sono cresciuta a pane e cinema. Quando ero troppo piccola per poter capire l’inglese mio fratello traduceva per me le didascalie dei corti di Stanlio e Ollio che avevamo in cassetta. Da quel momento in poi la passione per la settima arte non mi ha mai abbandonato ed è cresciuta, mi ha condotto a frequentare la triennale di cinema a Pisa in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione, poi l’Accademia Nazionale di Cinema a Bologna e per finire la magistrale presso La Sapienza di Roma in Teatro Cinema Danza e Arti Digitali. Assidua frequentatrice solitaria di cinema pomeridiani, eterna pignola. Credo che il cinema sia il riflesso dell’anima di un periodo, una società, un’esigenza collettiva e in quanto tale deve poter essere analizzato ed indagato. Non è soltanto bellezza, ma espressione. Ed è condivisione, scambio di opinioni. Per questo credo che un film non sia solo un film, e da sempre ho continuamente cercato gli strumenti per poter essere all’altezza di comprenderne i significati.

GIORGIA ARBUTI - ricerca sponsor

All’interno delle mie passioni, le immagini in movimento hanno sempre occupato uno spazio importante, che nel tempo si è declinato in percorsi inaspettati ma affascinanti. Dalle ricerche personali sui miei film e registi preferiti sono poi passata ad avere una visione più completa grazie alle lezioni di Storia e Critica Cinematografica all’Università di Firenze, che mi hanno poi portato a scegliere come laurea magistrale il corso “Scienze del Patrimonio Audiovisivo e dei Nuovi Media” presso l’Università di Udine. Questa esperienza mi ha mostrato come il concetto di “cinema” possa essere declinato in diverse forme e accezioni, riconoscendolo come un’istituzione che va oltre la pura forma estetica. Sono convinta che, insieme all’immagine, vi siano altre componenti altrettanto importanti: la materialità, le piattaforme, i suoi luoghi, come le persone producono e fruiscono dei film e molte altre ancora. Tutto ciò mi ha spinta ad approfondire che cosa c’è al di là dello schermo, partecipando negli anni a progetti di diversa natura, dalla produzione di corti all’organizzazione di festival e rassegne cinematografiche, passando per gli approfondimenti sull’amatorialità audiovisiva. Chissà quale sarà il prossimo aspetto che andrò a sperimentare di questo magico mondo cinematografico…

Gianluca Gori - FINANZIATORE

Nato a Prato il 27 ottobre del 1968, ho studiato elettronica e lavoro da oltre 30 anni nel settore dell’informatica. Ho imparato ad amare il cinema attraverso lo schermo catodico dei vecchi televisori in bianco e nero, quando insieme a mio padre ed alcuni amici di famiglia, ci riunivamo il lunedì sera per il film della settimana. Alla fine degli anni 80 mi fu regalata una delle prime videocamere portatili VHS, era una JVC con videoregistratore esterno. Senza rendermene conto passai dall’altra parte dello schermo: Sceneggiatura, regia, montaggio, fotografia, divennero presto inseparabili passioni. Da allora di film ne ho visti, fatti e visti fare. Ho frequentato scuole di cinema, sale di proiezione e set cinematografici, mi sono specializzato nella pianificazione delle riprese e, grazie alle mie conoscenze informatiche, ho sviluppato un software specifico per la gestione del set. Negli ultimi anni mi sono occupato di progetti per l’avvicinamento dei bambini al cinema. E’ mia convinzione che oggi, grazie alle moderne tecnologie ormai alla portata di tutti, sia finalmente possibile scindere la creatività dei registi dal dominio delle case di produzione, ma penso anche che il facile accesso a queste tecnologie da solo non basti. Se da una parte i costi di produzione si sono enormemente ridotti grazie al digitale, resta ancora difficile dare ad ogni opera la visibilità. Questo è il motivo per cui ho creduto fin da subito a questo progetto. 
Non solo un contest dove le opere migliori vengono premiate, ma anche uno spazio dove ad ogni singola voce venga data possibilità di essere ascoltata.

Leonardo Villella - Marketing manager

La passione per il cinema e il WEB MARKETING mi ha portato ad incontrare gli organizzatori de Festival Visioni Notturne. Mi occupo di project management legati al web e da 15 anni sono formatore di materie legate al digital marketing ed alle soft skills. Il mio obiettivo è la massima diffusione del progetto Visioni Notturne al fine di permettere a migliaia di registi emergenti in tutto il mondo di poter accedere ad una piattaforma per la loro promozione e far conoscere a milioni di utenti il cinema sotto un’altra prospettiva

 

Anastasia Vulgaris - COLLABORATORE

La passione per il cinema e i contesti associati (Festival, rassegne, laboratori ecc.) mi porta a trovare continuamente nuovi stimoli e volontà di conoscenza che si codifica in una continua ricerca di esperienze sensoriali audio-visive, in grado di potermi offrire una visione sempre più complessiva e intima delle capacità d’espressione del genere umano, permettendomi al contempo di affinare le mie capacità espressive, cercando il perfetto connubio fra emozione e tecnica, fra sentimento e arte.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per mostrarti mappe e video di Google. Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e quelli di terze parti (Google, Youtube). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore, se non li abiliterai non potrai vedere alcuni video e mappe di Google. INFORMATIVA PRIVACY